“Questa sentenza dimostra che vincere si può”, afferma Stefania Radici, responsabile del Sol (sportello orientamento lavoro) della Cgil di Messina che ha diffuso la notizia attraverso Facebook. “Troppo spesso – afferma la sindacalista siciliana – le imprese abusano delle tipologie contrattuali non standard e a scadenza, come contratti a progetto o contratti occasionali, per alleggerire il costo del lavoro e dotarsi di lavoratori con meno diritti e più remissivi. In realtà con questi contratti si mascherano veri e propri rapporti di lavoro subordinato”.                                                                                  Lavoratore a progetto sfruttato? oggi arriva il risarcimento » Il Punto di Vista.

Annunci